selezioni-campogrande
Umbria

Orvieto Classico DOC

Dal colore giallo paglierino, presenta un profumo intenso e delicato, con note fruttate che ricordano la mela matura, l’albicocca e la pesca. Al palato si presenta pieno, fresco con un finale aromatico e morbido.

12°
Grado Alcolico: 12% vol.

Il Clima

2014

Il clima dell’annata 2016 è stato caratterizzato da un inverno mite, con temperature al di sopra della media e scarse precipitazioni. L’abbondante piovosità primaverile ha consentito di ripristinare buone riserve idriche nei suoli. Il processo di germogliamento ha avuto inizio verso la metà di marzo con un leggero anticipo rispetto alla norma, seguito da una stagione estiva con temperature calde e buone escursioni termiche, determinanti per la qualità della vendemmia 2016. Il buon clima dei mesi di settembre e ottobre, ha permesso un’ottimale maturazione e salute delle uve beneficiando anche di importanti escursioni termiche tra giorno e notte, indispensabili per ottenere vini freschi e profumati.

il-meteo

Clima
Caratterizzato da un inverno mite

Uva

Raccolta
2016

Calice

Vinificazione
la lavorazione in piccole masse, appena prima dell’imbottigliamento, ha permesso al vino di mantenersi fresco e profumato

Vinificazione

Le uve, Procanico e Grechetto, sono state raccolte separatamente per poi essere diraspate e pressate in maniera molto soffice. Il mosto ottenuto è stato raffreddato ad una temperatura di 10°C per favorirne il naturale illimpidimento. Travasato in serbatoi di acciaio inox, ha poi svolto la fermentazione alcolica ad una temperatura non superiore a 18° C; il vino è stato quindi conservato in serbatoi di acciaio ad una temperatura controllata di 10° C. La lavorazione in piccole masse, appena prima dell’imbottigliamento, ha permesso al vino di mantenersi fresco e profumato.

Campogrande_ok

Dati storici

La Denominazione di Origine Controllata ORVIETO è stata riconosciuta nel 1971 e negli ultimi quarant’anni, ha avuto una crescita straordinaria sia quantitativa che qualitativa: l’Orvieto è oggi uno dei vini bianchi italiani più conosciuti nel mondo e rappresenta da solo circa tre quarti della produzione di vino D.O.C. dell’Umbria. L’area DOC è suddivisa in Orvieto Classico, che rappresenta la zona intorno alla Rupe di tufo su cui si trova la città di Orvieto e il suo circondario, e in Orvieto, che la completa a nord e a sud. Le componenti geologiche del territorio – di origine vulcanica – unite al favorevole e peculiare microclima che contraddistingue le valli del Paglia e del basso Tevere, sono alla base delle fortune enologiche che da tempo immemorabile sono un tutt’uno con la città. Non a caso, infatti, Orvieto è una delle poche città al mondo il cui nome coincide con quello del proprio vino di territorio.

 

o.