selezioni-casasole
Umbria

Orvieto DOC Classico Amabile

Dal colore giallo paglierino, al naso presenta un profumo intenso con note di frutta a polpa bianca tra cui spiccano la mela Golden e la banana, sentori tipici delle uve Procanico e Grechetto. Al palato è amabile e la sua delicata freschezza ne esalta la bevibilità..

10°
Grado Alcolico: 10% vol.
Cookbook
Uva

Varietà a bacca bianca tipiche toscane

Il Clima

2015

Il clima dell’annata 2016 ha presentato un inverno inizialmente mite con temperature al di sopra della media e scarse precipitazioni. Di contro, l’abbondante piovosità dei mesi di febbraio e di marzo ha consentito di ripristinare le riserve idriche nei suoli, in vista di un clima primaverile fresco i cui processi di germogliamento e fioritura sono avvenuti in lieve anticipo.

La stagione estiva ha inizialmente presentato abbondanti precipitazioni e basse temperature che hanno portato ad un lieve rallentamento del ciclo fisiologico della pianta. Di contro, intorno alla fine del mese di giugno, è iniziata un’estate calda con buone escursioni termiche tra giorno e notte, fondamentali per la qualità della vendemmia 2016.

Il buon clima dei mesi di settembre e ottobre ha consentito un’ottimale maturazione delle uve permettendo di ottenere vini freschi e profumati.

il-meteo

Clima
Un inverno inizialmente mite con temperature al di sopra della media e scarse precipitazioni
2016

Uva

Raccolta
Il clima dei mesi di settembre e ottobre ha consentito un’ottimale maturazione delle uve

Calice

Vinificazione
Il vino con presenza di zuccheri residui è stato filtrato e conservato a bassa temperatura fino al momento dell’imbottigliamento

Vinificazione

Le uve Procanico e Grechetto sono state diraspate e pressate in modo soffice. Il mosto ottenuto è stato raffreddato a circa 10°C al fine di ottenere un naturale illimpidimento. Dopo un travaso, il mosto è stato introdotto in serbatoi di acciaio inox dove è avvenuta la fermentazione alcolica ad una temperatura non superiore ai 18°C. Quando nel vino si trovava ancora una certa quantità di zuccheri residui, la fermentazione alcolica è stata bloccata per mezzo di un repentino abbassamento della temperatura (fino a 0°C). Il vino con presenza di zuccheri residui è stato filtrato e conservato a bassa temperatura fino al momento dell’imbottigliamento.

to.

cASASOLE

Dati storici

Il “classico” Santa Cristina, nato nel 1946, a 60 anni dall’uscita della prima annata trova la sua  “casa” nella Cantina Santa Cristina, in Cortona, nel cuore della Toscana. Dall’annata 2009, la linea si arricchisce del Santa Cristina bianco e Santa Cristina rosato L’attenzione nel seguire i vigneti prima ed il lavoro in cantina dopo hanno portato Santa Cristina ad essere un punto di riferimento per gli esperti di settore e non solo.