Vinsanto-ok
toscana

Vin Santo della Valdichiana DOC

Dal colore giallo intenso, al naso presenta aromi che ricordano la pasticceria, con sentori di uva passa e canditi conferiti dalla Malvasia e sentori di noce e nocciola dati dal Trebbiano toscano. Al palato presenta note di miele e frutta secca, corposo, morbido e persistente.

17°
Grado Alcolico: 17% vol.
Cookbook
Uva

Trebbiano Toscano e Malvasia

Il Clima

2010

L’annata 2011 è stata caratterizzata da un anticipo delle fasi di germogliamento, fioritura e allegazione. Fino a metà luglio l’annata si è presentata fresca e ventilata. Di contro, dal mese di agosto fino ad ottobre è stata caratterizzata da alte temperature e assenza di piogge, caratteristiche che hanno determinato un anticipo nella raccolta.

La vendemmia per le uve destinate all’appassimento è iniziata intorno alla prima decade di settembre per entrambe le varietà,Trebbiano toscano e Malvasia.

il-meteo

Clima
L’annata è stata caratterizzata da un anticipo delle fasi di germogliamento, fioritura e allegazione
2011

Uva

Raccolta
Intorno alla prima decade di settembre per entrambe le varietà
2011

Calice

Vinificazione
il vino è stato imbottigliato a metà dicembre
2016

Vinificazione

2015

Le uve sono state accuratamente monitorate e raccolte al raggiungimento della maturità ottimale. La raccolta è iniziata la prima decade di settembre ed è durata tutto il mese. Questa è avvenuta direttamente nei plateau di appassimento, operazione che ha permesso di mantenere l’integrità del grappolo evitando il trasferimento da cassetta a graticcio usato un tempo. Dopo il processo di appassimento, durato circa cinque mesi, le uve con elevato grado zuccherino sono state pressate in modo soffice, il vino fiore così ottenuto è stato messo direttamente in fusti di legno di rovere dove è avvenuta la fermentazione alcolica. Questa si è fermata spontaneamente quando il vino ha raggiunto i 17° alcolici lasciando un residuo zuccherino naturale. La fermentazione è avvenuta utilizzando prevalentemente vecchie madri della Valdichiana e in parte con lieviti appositamente selezionati. Dopo un periodo di affinamento di più di quattro anni, il vino è stato imbottigliato a metà dicembre 2016.

Vinsano

Dati storici

La prima annata di Santa Cristina è stata prodotta nel 1946 dal Marchese Niccolò Antinori. Nel tempo, Santa Cristina è divenuto un punto di riferimento per gli intenditori, e non solo, grazie ad un impegno costante per la qualità. La cura e l’attenzione da sempre poste nel seguire i vigneti ed il lavoro in cantina sono state lo stimolo per continue innovazioni e per confrontarsi con varietà autoctone ed internazionali, dando vita a una famiglia di prodotti differenti ma contraddistinti dallo stesso stile, frutto di un legame indissolubile tra vigna, terroir e lavoro dell’uomo. Al Santa Cristina classico si sono quindi affiancati Santa Cristina Bianco, Santa Cristina Rosato e Santa Cristina Le Maestrelle, oltre a Campogrande e Cipresseto, che, insieme alle specialità come l’olio extra vergine di oliva Santa Cristina, il Donato e la Grappa Santa Cristina, rappresentano un nuovo passo in una lunga tradizione vinicola.