San-giocondo
toscana

Vino Novello di Toscana IGT

San Giocondo si presenta di un colore rosso rubino con riflessi violacei. Al naso è intenso, contraddistinto da note floreali di viola, rosa e di frutti di bosco come lampone e mora. Al palato è morbido ed equilibrato, con un finale che ricorda le sensazioni di frutta avvertite al naso

 

 

12,5°
Grado Alcolico: 12,5% vol.

Il Clima

2019

La primavera 2019, caratterizzata nella parte iniziale da un clima tendenzialmente asciutto, è stata contraddistinta da temperature al di sotto della media e precipitazioni che hanno favorito un ritardo del germogliamento. L’estate, generalmente calda e con piogge ben distribuite durante il periodo, ha garantito l’avvio di un’ottima maturazione delle uve, consentendo il raggiungimento di un buon equilibrio tra zuccheri e acidità. La buona escursione termica tra il giorno e la notte durante le ultime settimane di maturazione ha favorito lo sviluppo delle componenti aromatiche. La vendemmia delle uve Sangiovese e Syrah per il San Giocondo è avvenuta a partire dal 9 settembre, alcuni giorni in ritardo rispetto alla media delle ultime annate.

il-meteo

Clima
Estate generalmente calda e con piogge ben distribuite durante il periodo
2019

Uva

Raccolta
A partire dal 9 settembre
2019

Calice

Vinificazione
Due tipi di vinificazione distinte: una parte ha effettuato una macerazione carbonica con acini interi mentre la restante quota ha svolto una macerazione tradizionale
2020

Vinificazione

All’arrivo in cantina le uve hanno svolto due tipi di vinificazione distinte: una parte ha effettuato una macerazione carbonica con acini interi mentre la restante quota ha svolto una macerazione tradizionale decorsa in alcuni giorni per favorire l’estrazione del colore e minimizzare quella dei tannini. Il mosto ottenuto è stato quindi svinato ed ha terminato la fermentazione alcolica in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata non superiore ai 18 °C. San Giocondo ha terminato la fermentazione malolattica entro i primi giorni di ottobre per poi essere imbottigliato durante l’ultima decade del mese.